To top
2 Feb

Furla aprirà cento nuovi negozi in Cina

furla logoLa moda Made in Italy ha un appeal sempre più forte per i mercati asiatici. Negli ultimi anni i paesi orientali hanno scoperto la qualità e la creatività dei nostri prodotti. La domanda per i maggiori brand del fashion italiano è, infatti, in continua crescita.

Succede quindi, che le nostre case di moda sono sempre più attratte verso est, come ad esempio Furla, che ha siglato una joint venture con Fung Group, la società di Hong Kong che distribuisce in Cina vari marchi occidentali di prestigio, per aprire 100 negozi in 40 città cinesi.

«Abbiamo voluto dare un colpo d’acceleratore al nostro sviluppo nella Grande Cina, visti il successo del nuovo retail concept inaugurato a Hong Kong lo scorso anno e la risposta fortemente positiva dei consumatori cinesi al network di negozi monomarca di nostra proprietà, che conta attualmente 20 punti vendita […] Nel gruppo Fung abbiamo trovato un partner con un DNA simile al nostro. Fung e Furla sono entrambe aziende familiari con una lunga tradizione alle spalle con valori simili e la stessa vision, che è quella di proporre prodotti di qualità al consumatore cinese più esigente», ha dichiarato Giovanna Furlanetto Presidente Furla.

Il brand italiano ha avuto un aumento del 18% nel fatturato del 2012 proprio grazie agli sforzi intrapresi per allargare la conoscenza del marchio all’estero, un trend che continuerà anche nei prossimi anni e porterà Furla ad essere una delle  tante aziende Made in Italy apprezzate in tutto il mondo.

elisa
No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.