To top
9 Ott

Moda nella storia: i pezzi cult in mostra al MoMA

MoMA pezzi cult della moda

Non deve essere stato facile per le curatrici di “Is fashion Modern?” selezionare i pezzi cult della storia della moda degli ultimi decenni. Sono tantissimi gli accessori e i capi che hanno segnato le ultime generazioni, ma solo alcuni sono stati in grado di rivoluzionare il nostro modo di vivere diventando così simbolo di cambiamenti culturali epocali.
Il risultato è proprio l’esposizione “Is fashion Modern?”, in mostra al MoMA sino al 28 gennaio 2018.
I fortunati che riusciranno a visitarla potranno ammirare 111 pezzi cult del Novecento e dell’ultimo ventennio.
Si tratta di una mostra davvero unica, per il genere e anche per la location. L’ultima esposizione fashion del MoMA risale infatti al dopoguerra, nel 1944. In quell’occasione l’architetto e designer Bernard Rudofsky ideò “Are Clothes Modern?”, un’esposizione ma al tempo stesso anche una riflessione sulla moda e sulla sua capacità di anticipare e riflettere l’evoluzione della società.

MoMA pezzi cult della moda

73 anni dopo, il MoMA affida l’allestimento di “Is fashion Modern?” a Michelle Millar Fisher e Paola Antonelli, senior curator, Department of Architecture and Design e director of Research and Development del MoMA.
Le curatrici, partendo da almeno 350 creazioni di vari brand, hanno quindi individuato quelle che più di ogni altro hanno influenzato non solo la moda ma anche il lavoro, l’economia, il gusto estetico e la società in generale.

Si va quindi da capi memorabili come il little black dress di Coco Chanel o il reggiseno Wonderbra che nel 1990, oltre a far decollare la carriera della giovanissima testimonial Eva Herzigova, è stato il primo push up. Così come lo Spanx, la guaina modellante che dal 2000 esalta la silhouette femminile o i celebri chiodi, diventati ormai un evergreen.

MoMA pezzi cult della moda
E poi ancora il celebre piumino Moncler e l’intramontabile Chanel n. 5, per quanto riguarda i profumi. Oppure, tra le borse più amate di tutti i tempi, la Birkin di Hermès o lo zainetto in nylon nero che Prada lanciò nel 1984.

MoMA pezzi cult della moda

“Is fashion Modern?” ospita anche numerose scarpe che hanno davvero rivoluzionato il concetto di calzatura, dalle espadrilles, le infradito Havaianas, gli anfibi Dr. Martens, lo stivaletto di Manolo Blahnik o le sportive Air Force 1s di Nike, Converse All Stars e le Adidas Superstars.

MoMA pezzi cult della moda

 

 

 

 

Quando si parla di fashion non può mancare la moda Made in Italy. E infatti nel percorso espositivo è possibile ammirare i completi di Giorgio Armani, i tubini di Gianni Versace e anche le celebri cravatte Marinella.

Oltre ai 111 pezzi cult, “Is fashion Modern?” ospita anche le reinterpretazioni di grandi classici, secondo la creatività di brand noti o designer emergenti. Ecco così che il Cartier Love Bracelet, la gonna matita o il Little Black Dress prendono nuova vita.

Lodovico Marenco

Direttore Responsabile di Moda-MadeInItaly.com, appassionato di moda italiana e web; consulente e-commerce e marketing online, specializzato nell'ambito del turismo e del fashion; CEO di LML Company Srl.

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.